PHOTOGRAPHY


by Marco Traiani

Fotografia / Corsi

Le basi della Fotografia


La fotografia è basata su regole e principi che determinano un buon risultato dal punto di vista qualitativo. Come fotografi, prendiamo decisioni al momento dello scatto, dalla scelta del soggetto, alla relazione con l’ambiente circostante, alla posizione dalla quale scattare la foto (inquadratura, prospettiva). Tutto questo fa parte della composizione fotografica. Ci sono poi scelte tecniche prese dal fotografo quali la regolazione dell’esposizione e della messa a fuoco.

Le regole classiche che determinano la realizzazione di una solida composizione fotografica sono seguite da alcuni bravissimi fotografi tra cui Steve McCurry (vd. foto http://stevemccurry.com/galleries). Eccole di seguito:

  1. La regola dei terzi – Inserire gli elementi più importanti nell’intersezione delle due linee verticali con le due orizzontali.
  2. Le linee guida – Utilizzare le linee presenti nell’inquadratura per guidare lo sguardo dell’osservatore.
  3. Le diagonali – Inquadrare diagonali in modo da guidare l’osservatore nella visione del soggetto in maniera ben definita dal fotografo
  4. Le cornici – Utilizzare qualsiasi elemento come porte, finestre, etc, per incorniciare elementi importanti della scena
  5. Il contrasto tra soggetto e sfondo – Posizionare il soggetto contro uno fondo che presenti un alto contrasto
  6. Riempire il fotogramma – Avvicinarsi al soggetto.
  7. Occhio dominante al centro – Posizionare al centro dell’inquadratura l’occhio dominante del soggetto creando maggiore incisività.
  8. Elementi ripetuti – Catturare elementi naturalmente ripetuti, che sono piacevolmente attirati dagli occhi dell’osservatore.
  9. Simmetria – Inquadrare soggetti in posizione simmetrica, cosi che appaia piacevole all’occhio dell’osservatore.

Vi consigliamo di approfondire il lavoro di Steve McCurry, noto fotografo statunitense che mette in pratica con genialità le regole di cui abbiamo parlato.


Fotografia / Corsi

Alda Merini


Non si ama con il cuore,
si ama con l’anima che si impregna di storia;
non si ama se non si soffre
e non si ama se non si ha paura di perdere.
Ma quando ami vivi,
forse male, forse bene, ma vivi.
Allora muori quando smetti di amare,
scompari quando non sei più amato.
Se l’amore ti ferisce, cura le tue cicatrici e credici, sei vivo.
Perché vivi per chi ami e per chi ti ama.

Alda Merini